Gianluca Malinverni ph è un ragazzo dalle molteplici abilità e passioni, che sviluppa da anni con massimo impegno. Il suo percorso di studi è prettamente di carattere informatico. Questo gli permette, non solo di accrescere il suo talento, ma offre gli strumenti per affrontare in maniera più critica i lavori che gli vengono commissionati. Da giovanissimo, in parallelo ai suoi studi, si avvicina al Kung Fu. Disciplina orientale che coniuga l’arte, la bellezza del movimento, con la marzialità, quindi la capacità di studiare e sviluppare strategie di combattimento sia a mani nude, sia con le armi.

Sfondi delicati, spesso monocromatici, per non distogliere l’attenzione dal soggetto principale. Soggetti ispirati, a loro agio, con il sorriso naturale, di chi vuole farsi conoscere attraverso lo scatto di un professionista. L’arte del ritratto rimane ad oggi una delle tecniche di fotografia più difficili da realizzare. Essa è dovuta a molteplici fattori sia da parte del soggetto, sia da parte del fotografo. Le abilità di Gianluca non si limitano a questo. Diversi ingaggi avuti per matrimoni hanno confermato la sua abilità anche nell’utilizzo di droni sia per fotografie, sia per video. Insomma, un’autodidatta, ma un artista a tuttotondo che ha raggiunto la qualità e la notorietà locale, al fianco dei professionisti di zona.

La straordinaria fame di conoscenza e curiosità verso tutto ciò che è digitale e tecnologico, conduce Gianluca Malinverni ph ad avvicinarsi alla fotografia. Dapprima in maniera sporadica e semplicemente per divertimento. Poi arrivando a prendere coscienza che questo avvicinamento alla fotografia non è semplicemente un passatempo, ma un vero e proprio “amore a prima vista”. Lo stile fotografico di Gianluca è semplice, ma intenso. I suoi ritratti coinvolgono lo spettatore che viene come “immerso” in un mondo sospeso tra sogno e realtà. Al centro dell’opera gli occhi. Gli occhi che Gianluca immortala nelle sue foto sono così profondi da poter leggere nell’anima.