-9 agosto 2019-

16 GIORNO

Las Vegas, se ne sente cosi tanto parlare, in TV e tra la gente. Meta preferita da chi cerca divertimento e trasgressione. Numerosissimi sono stati i film girati in questo luogo in mezzo al deserto, dove sembra che tutto sia possibile, e nel quale anche i più piccoli segreti verranno custoditi in eterno. Un “paese dei balocchi” che regala emozioni e stupore, la città che fa avverare anche i sogni più reconditi.

Indubbiamente Las Vegas è come l’abbiamo sempre vista attraverso la TV: luci, traffico a tutte le ore, meravigliosi hotel che imitano le bellezze sparse sul globo, dalla Tour Eiffel, alle piramidi, al Ponte di Rialto a Venezia. Arrivati al nostro hotel, il Venetian, abbiamo posato le valigie in camera e fatto un giro nell’hotel, curiosi di scoprire una realtà completamente diversa da quelle a cui sia solitamente abituati. Voi direte, “Perché? È solamente un hotel!”

È la frase che puntualmente mi sono sempre ripetuta, fino a quel momento.

Percorrendo la statale, ti accorgi immediatamente di essere alle porte della città. Prima deserto, ovunque, poi, tutto d’un tratto, inizi a scorgere distese di villette, l’una vicina all’altra, con una geometria così precisa che sembrano disegnate. Tutte dello stesso color écru, in armonia con i colori del deserto, qualche alberello per adornare il giardino e con i suv rigorosamente parcheggiati nel vialetto. Passando velocemente, ma scorgendo dal finestrino dell’auto anche i più piccoli particolari, mi emoziono, sento dentro di me un qualcosa che non so descrivere.