-31 luglio 2019-

GIORNO 7

Beverly Hills 90210. Negli anni ’90 impazzava la moda per uno dei telefilm che hanno fatto la storia della TV americana e non solo. È proprio grazie a quel telefilm, ai protagonisti e alle loro avventure che venni a conoscenza di una delle contee più esclusive di LA. Se passi da Los Angeles come fai a non visitare Beverly Hills?! Così come il distretto di Bel Air (altro telefilm pazzesco legato a questi luoghi: “Willy, il principe di Bel Air”) o Rodeo Drive? Riservatezza, esclusività, prestigio attirano miliardi di curiosi, stimatori e appassionati della cultura americana, forse anche un po’ snob, ma non importa.

Le strade pulite, asfalto da poco posato, ancora chiaro, quasi marmoreo. Palme alte, altissime che creano una piacevole ombra lungo i marciapiedi dove la gente inizia da li la propria giornata: facendo jogging, portando in giro il cane, parlando al telefono o, valigetta alla mano, andando in ufficio. Trovarmi tra quelle persone, passeggiare lungo quelle strade mi dava un senso di serenità, di pace. È strano, perchè era la prima volta, ma mi sentivo a casa. Sarà un segnale?

Essere li, poter attraversare in macchina le zone residenziali, con case da sogno, per lo più coperte da foltissimi alberi, per me era fantastico. Anche l’aria che si respirava era speciale. Camminare per le strade di Beverly Hills, specchiarmi nelle vetrine dei negozi (e che negozi!), mi faceva sentire molto “Vivian”, (spero nessuno si domandi: “Chi è Vivian?)” uno dei miei personaggi in assoluto preferito del cinema!! La mattinata a Beverly Hills, dopo aver attraversato Bel Air, è stata all’insegna del classico cappuccino e brioche da Starbucks più passeggiata annessa fino a raggiungere la leggendaria “Rodeo Drive”.