-26 maggio 2019-

Gran Premio di Monaco 2019. Uno degli eventi al mondo in assoluto più esclusivi e noi eravamo la. Quando mi è stato detto mi sembrava di sognare: era mai possibile che mi sarei trovata la, quel giorno, insieme ad altre migliaia di persone venute da tutto il mondo per assistere ad uno spettacolo dal vivo destinato a pochi.

Monte Carlo l’avevo vista molte volte e in diversi periodi dell’anno, tanto da conoscere ormai le abitudini, gli eventi, le decorazioni che vengono allestite nel periodo natalizio. Non è facile da descrivere, ed è riduttivo definirla unica, ma è proprio così: unica, non ne esistono altri al mondo di posti simili.

Ma quel week end, il week end del Gran Premio era ancora più bella, come una sposa nel giorno del suo matrimonio, tutto era stato allestito nei minimi particolari, nulla era fuori posto o lasciato al caso. Da li a poco si sarebbe aperto il sipario su uno degli spettacoli più emozionanti di sempre.

La partenza era li, a pochi metri di distanza, si vedeva tutto: i piloti, le macchine, il team. A dire la verità all’inizio non capivo cosa ci fosse di così spettacolare in quello che stavo osservando, fino a quando non ho sentito il rumore dei motori accendersi, la tensione salire e la concentrazione crescere: percepivo tutto, ed era stranissimo.

Era come la Prima alla Scala di Milano, ogni più piccolo dettaglio era stato controllato e tutti erano in posizione. E poi… VIA! Sono partiti. Così è iniziato il Gran Premio a Monte Carlo, in una stupenda giornata di sole e un piatto di pasta che ci accompagnava durante tutti i 78 giri che i campioni avrebbero dovuto compiere per aggiudicarsi il primo posto.